Modella a 45 anni

Tredici anni dopo il ritiro, Tyra Banks è di nuovo davanti alla macchina fotografica per la copertina del numero dedicato ai costumi da bagno di Sport Illustrated. Più curvy di vent'anni fa ma sempre eccezionale. E piena di consigli preziosi: il segreto di una buona foto? basta posare in modo tale da nascondere la pizza del giorno prima

Le nuove leve, certo, ma quanto è bello vedere personaggi celebri tornare a dare una lectio magistralis? Per esempio Tyra Banks, che a distanza di tredici anni è tornata sulla copertina del numero di Sport Illustrated dedicato ai costumi da bagno. «Quando avevo 32 anni mi sono ritirata dal business. Avevo un contratto di tre anni pronto sul tavolo, ma ho detto addio all’industria della moda prima che la moda dicesse addio a me», ha dichiarato al New York Times. L’annuncio del comeback è avvenuto ieri, con Tyra che ha mostrato una copia del numero di Sport Illustrated durante la trasmissione Good Morning America. Diventata successivamente attivista, imprenditrice, scrittrice, ma soprattutto un personaggio televisivo notissimo grazie al reality America’s Next Top Model, oggi che ha 45 anni Tyra è la modella più anziana a comparire sulla rivista. Oltre vent’anni dopo la copertina in coppia con Valeria Mazza nel 1996, la prima volta di una modella di colore, e quella finalmente tutta da sola l’anno successivo.

La decisione è avvenuta per la rilevanza del numero dedicato ai costumi da bagno, sempre attento al problema dell’inclusività e delle discriminazioni dovute all’età: da Halima Aden, prima modella in burkini, a Paulina Porizkova (54) che scrisse un pezzo sulla vecchiaia nel mondo della moda. E inoltre, perché il fotografo del servizio scattato a Great Exuma, nelle Bahamas, sarebbe stato Laretta Houston, cioè chiaramente una donna. Nella foto di copertina il bikini è un modello in giallo di Andi Bagus. Che sul nuovo corpo prorompente di Tyra, una matrona chiaramente consapevole di avere una carica precisa della sua potenza di erotica, sembra quasi più stretto di una taglia. Lo sguardo, come hanno sottolineato i media americani, è ancora il famoso “smize” di un tempo, dove smize sta per “sorridere con gli occhi”: un neologismo creato da Tyra durante America’s Next Top Model ormai entrato nel gergo dell’industria.

Perché Tyra come simbolo della cover 2019 del numero dedicato ai costumi da bagno? «Perché Tyra rappresenta l’essenza del concetto “swinsuit” trasferito nella vita reale, tutto ciò che questa lunga tradizione estiva vuole comunicare», racconta la responsabile del numero MJ Day. Tyra è inoltre un simbolo di auto affermazione impareggiabile, una donna che ha pianificato la carriera di pari passo all’aumentare delle curve. Oggi pesa 11 chili in più del 1997. Il New York Times, che l’ha raggiunta per un’intervista le ha detto che anche se ora è più vecchia, nelle foto di Sport il modello estetico che rappresenta è come nel passato, irraggiungibile.